child-laughing-at-day-care2-1
La cura dei denti inizia presto
9 gennaio 2016
Mostra tutto

In quali casi è consigliato effettuare delle corone?

photodune-11846825-dental-tooth-model-cast-showing-decay-enamel-roots-s-580x580

La corona è un restauro protesico che ricopre totalmente la parte di dente visibile, può essere fatta sia su radice naturale che artificiale (impianto), viene cementata o avvitata e non può essere rimossa dal paziente.

3 sono i casi


Innanzitutto, nei casi di denti trattati endodonticamente -devitalizzati - con alto rischio di frattura: l’esito della frattura, infatti, potrebbe essere tale da determinarne l’estrazione. In questo caso, la corona ha l’obiettivo di proteggere il dente durante i carichi masticatori.

Oppure in casi di denti con estesa distruzione coronale dove è necessario ristabilire una corretta forma per ridare funzione ed estetica, spesso sono denti totalmente privi di smalto.

Per motivi estetici, nei casi di denti con vecchie otturazioni, scuri e insensibili ai trattamenti sbiancanti.

Come si realizza

Il procedimento per realizzare una corona è il seguente:

il dentista prende l’impronta e la invia al laboratorio odontotecnico, dove si ricaverà il modello su cui confezionare il manufatto protesico.

si riduce il dente tramite la limatura al fine di realizzare il“moncone”;


Come possiamo aiutarti?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *